Minerv Biorecovery, la bioplastica che assorbe il petrolio

Ordos città fantasma
Ordos, la città fantasma cinese
4 agosto 2017
mattia dall'aglio
Mattia Dall’Aglio deceduto a 24 anni, shock nel mondo del nuoto
9 agosto 2017
minerv biorecovery

Molto spesso ci capita di ascoltare le notizie di qualche disastro ambientale per l’estrazione del petrolio in qualche angolo della Terra per  una rottura di un tubo, per una fuoriuscita da una piattaforma oppure una perdita da una petroliera. Ogni volta che accadono questi incidenti il disastro ambientale è praticamente inevitabile; ci ritroviamo a guardare animali completamente avvolti dal petrolio oppure paradisi tropicali dall’acqua cristallina diventare pozze di catrame che distruggono interi ecosistemi.

Da oggi, forse, le cose potrebbero cambiare grazie ad un’invenzione che arriva proprio dal nostro Paese. Si tratta di Minerv Biorecovery, una rivoluzionaria bioplastica che è in grado di ripulire il mare dal petrolio in appena 15 giorni.

Sviluppata dalla Bio-on (azienda bolognese che si occupa di biotecnologie applicate per l’uso comune), in collaborazione con il Cnr di Messina, Minerv Biorecovery è stata svelata al mondo lo scorso 5 Giugno in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente. Ci sono voluti ben 2 anni di lavoro per lo sviluppo di questa incredibile tecnologia e ora è finalmente disponibile sul mercato.

Come funziona Minerv Biorecovery

Alla base del funzionamento di Minerv Biorecovery troviamo la rivoluzionaria PHAs di Bio-on, una bioplastica che viene ricavata da fonti vegetali ed è completamente biodegradabile. Gettando in mare il prodotto, le micro polveri contenute dal PHAs si legano tra loro e creano una reticolato dove si trovano batteri naturalmente presenti in natura che aggrediscono il petrolio e lo neutralizzano completamente.

Il presidente di Bio-on, Marco Astori, ha spiegato come sia un meccanismo totalmente naturale che viene rafforzato dalla combinazione della bioplastica e dei batteri presenti in mare; le micro polveri, inoltre, non rilasciano nessun residuo in acqua una volta concluso il loro “sporco” lavoro.

L’applicazione dell’incredibile tecnologia di Minerv Biorecovery potrebbe proteggere per sempre la vita nei mari dai nostri incoscienti tentativi di distruggerla in ogni modo. Oltre che al suo utilizzo in caso di disastri ambientali, potrebbe essere utilizzata nella vita di tutti i giorni nei moltissimi porti mondiali e raffinerie dove migliaia di litri di carburante e altri idrocarburi finiscono in mare quotidianamente.

Ecco il video che mostra il funzionamento di Minerv Biorecovery:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *